“Che le famiglie possono anche scrivere il documento sinodale”

Version imprimable PDF version Partager sur Twitter Partager sur Facebook

 

« L'invio della relazione finale dell'ultimo Sinodo con una serie di domande non è solo utilizzato per leggerli. Bisogno che ogni diocesi, ogni parrocchia li mette sul tavolo e ne discuta, per completare, per approfondire ciò che non è detto. Che le famiglie entrano in questi documenti, danno la loro testimonianza con la forza, che possano scrivere il documento del Sinodo. Il problema non dovrebbe concentrarsi solo sulla questione dei divorziati risposati. Ci sono i fidanzati che costantemente rimandino il loro matrimonio, i coniugi che si rifiutano di dare la vita, quelli che non accettano di non essere in grado di darla, il fatto che la maggior parte dei giovani in carcere mancano di padre ...Le catechesi attuali di Papa Francesco sulla famiglia debbono essere sentiti in questo senso con interesse e incoraggiare i fedeli a impegnarsi in questo Sinodo. »
 

Testo di Monsignor Vincenzo Paglia,
presidente del Consiglio Pontificio per la Famiglia